Detrazione dell'IVA

Modificato il Thu, 12 Dec 2019 alle 04:53 PM

Al punto 3.4 della Circolare numero 14E del 17 Giugno 2019, l’Agenzia delle Entrate ha emesso una serie di precisazioni sul tema sulla detrazione dell’IVA.

Citando il D.L. n. 119 (cfr. l’articolo 14) la Circolare dell’Agenzia delle Entrate chiarisce che «entro il giorno 16 di ciascun mese, il contribuente determina la differenza tra l’ammontare complessivo dell’imposta sul valore aggiunto esigibile nel mese precedente, risultante dalle annotazioni eseguite o da eseguire nei registri relativi alle fatture emesse o ai corrispettivi delle operazioni imponibili, e quello dell’imposta, risultante dalle annotazioni eseguite, nei registri relativi ai beni ed ai servizi acquistati, sulla base dei documenti di acquisto di cui è in possesso e per i quali il diritto alla detrazione viene esercitato nello stesso mese ai sensi dell’articolo 19 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633. Entro il medesimo termine di cui al periodo precedente può essere esercitato il diritto alla detrazione dell’imposta relativa ai documenti di acquisto ricevuti e annotati entro il 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione, fatta eccezione per i documenti di acquisto relativi ad operazioni effettuate nell’anno precedente»


In breve viene comunicato che il contribuente ha tempo fino al 16 del mese per determinare il valore dell'imposta e sempre entro tale data può detrarre l'imposta relativa a documenti di acquisto ricevuti ed annotati entro il 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione. Ciò però non vale per i documenti di acquisto relativi ad operazioni effettuate nell’anno precedente.

Ad esempio si avrà che per un’operazione del 28 Settembre 2019, documentata tramite fattura emessa l’8 Ottobre, ricevuta il 10 ed annotata entro il giorno 15 del medesimo mese, il diritto alla detrazione potrà essere esercitato con riferimento al mese di Settembre 2019. 

Ciò però non potrebbe avvenire laddove un’operazione del 2019 (di Dicembre, ad esempio), venisse documentata con una fattura ricevuta ed annotata nel 2020 (in ipotesi a Gennaio o Febbraio).


Questo articolo ti è stato utile?

Fantastico!

Grazie per il tuo feedback

Siamo spiacenti di non poterti essere di aiuto

Grazie per il tuo feedback

Facci sapere come possiamo migliorare questo articolo!

Seleziona almeno uno dei motivi
La verifica CAPTCHA è richiesta.

Feedback inviato

Apprezziamo il tuo sforzo e cercheremo di correggere l’articolo