Dopo quanto tempo devono venire archiviate le fatture e in quale “stato fattura” deve essere segnato il documento?


L'archiviazione delle fatture (e in generale, di qualsiasi documento contabile/fiscale digitale) deve avvenire entro il terzo mese successivo al termine di presentazione delle dichiarazioni annuali, da intendersi con il termine di presentazione delle dichiarazioni dei redditi (ovvero, invio telematico della dichiarazione dei redditi).

Ad esempio: documenti anno 2017 --> invio telematico 30/09/2018 (prorogato al 31/10/2018) --> archiviazione entro il 31/01/2019.


Fino ad oggi (31/01/2019), sulla versione R3, i documenti sono stati conservati annualmente in corrispondenza del termine ultimo di conservazione. Con la nuova versione R5, in considerazione dell'elevato numero di aziende clienti, è nostra intenzione attivare processi automatici periodici.


In merito agli stati:

1) per le fatture attive generate dai software gestionali Business e Gis, oppure compilate tramite l'Editor Web / Fattura Web DocEasy, non è necessario compiere alcuna azione

2) per le fatture attive caricate manualmente (es.: fatture ricevute via PEC) è necessario selezionare la funzione "Salva e Archivia"

3) per le fatture passive ricevute direttamente dallo SDI, oppure caricate manualmente tramite Upload, non è necessario compiere alcuna azione